Come creare un blog copertina

E così stai pensando di aprire un blog eh? Ottima decisione!

Creare un blog personale o di nicchia, è sicuramente uno dei modi più semplici e veloci per iniziare a guadagnare online. E’ l’ideale per chi non ha tempo e voglia di dedicare mesi allo studio del marketing digitale.

Presumo che tu abbia già letto alcuni articoli a riguardo. Devo supporre quindi che il motivo per cui oggi sei qui, è principalmente dovuto al fatto che nessuno è stato in grado di risolvere tutti i tuoi dubbi.

La maggioranza dei blogger ti dice che se vuoi creare un blog con wordpress, la prima cosa da fare è scegliere l’hosting. Nulla di più lontano dalla realtà!

NESSUN COMANDANTE ABBANDONA IL PORTO SENZA AVERE IN MANO UNA MAPPA!

Ebbene si, una mappa, uno strumento che soprattutto all’inizio, possa confermarti o indicarti la direzione corretta.

Grazie alla mia attività di coaching, ho avuto la possibilità di conoscere tantissimi aspiranti blogger e posso dire che le principali difficoltà, vanno ben al di là della semplice scelta dell’hosting.

Ad esempio, molti non sanno se aprire un blog anonimo o personale. Tante donne vorrebbero diventare fashion blogger di successo come Chiara Ferragni, ma non hanno idea di come si fa ad aprire un blog in quella nicchia.

Credo che sia proprio questa condizione di incertezza ad impedire a molti di fare il primo passo. Probabilmente anche tu oggi sei qui per lo stesso motivo. Quindi, nel tentativo di porre fine una volta per tutte alle ricerche sul web, ho pensato di affrontare subito questi aspetti.


Chi sono

Max Alberti

So che in questo momento dovrei presentarmi. Preferisco però non annoiarti con aneddoti riguardanti la mia vita, nella mera speranza di ricevere un tuo like, una condivisione o un commento.

Ti dico solo che mi chiamo Massimiliano e mi occupo di blogging da più di 14 anni.

Sono consulente strategico di alcune delle più importanti aziende a livello nazionale. Gestisco diversi blog in 7 nicchie differenti, quindi senza tanti giri di parole, ti mostro subito alcune delle mie fonti di reddito. Sia chiaro, non lo faccio per vantarmi, ma solo per dimostrarti l’efficacia del processo che ti mostrerò in questo articolo.

aprire un blog - guadagni
Guadagni derivanti dall’affiliazione di prodotti digitali Clickbank.
Questa è solo una delle mie molteplici fonti di reddito.

Il mio reddito è espresso in dollari perché promuovo principalmente prodotti e servizi americani (i miei blog sono scritti in lingua inglese), ma ovviamente il concetto non cambia.

Il motivo per cui ho scelto di rivolgermi al mercato anglosassone è piuttosto evidente. Ad ogni modo nel tuo caso, ti aiuterò a competere nel mercato italiano, che è decisamente più semplice rispetto a quello americano.

In questa guida, mostro come utilizzare piattaforme gratuite che offrono la possibilità di creare il tuo blog gratis o con il minimo investimento.

Nello step successivo (Guadagnare con un blog) spiegherò la tecnica che gli americani chiamano “Selling without selling”, cioè “Vendere senza vendere”. Tecnica davvero straordinaria, che consente di ottenere risultati come questi.

Affiliation Park guadagni
Guadagni derivanti dall’affiliazione di prodotti fisici.
Questa è solo un’altra delle mie molteplici fonti di reddito.

Creare un blog è davvero molto semplice e non è necessario possedere alcuna esperienza o conoscenza di programmazione. Ci sono tuttavia tante cose da fare. Ripercorriamo quindi tutte (ma proprio tutte!) le fasi di creazione di un blog.

All’inizio è fondamentale prendere per mano le persone e mostrare loro ogni singolo passaggio. Solo così saranno in grado di realizzare un blog di successo. Ho suddiviso questa guida in più articoli, allo scopo di consentire il miglior apprendimento possibile.

Per evitare che vengano commessi errori, ho inoltre pubblicato per ciascun passaggio, il relativo screenshot (ne troverai più di 100!). In questo modo è davvero impossibile sbagliare.

Il segreto dei blog di successo

Conosco blogger che non riescono a scrivere articoli senza errori grammaticali o di battitura. La lettura risulta quindi molto difficile e pesante. Nonostante tutto, hanno un tale successo da far rabbrividire qualunque esperto del settore.

Sto parlando di contenuti andati virali sui social media in men che non si dica! Quegli articoli hanno chiaramente una marcia in più, ma quale?

Ogni volta che sono davanti al foglio bianco di wordpress con il cursore che lampeggia, chiudo gli occhi per un istante, mi concentro e annullo tutte le mie volontà. Penso agli ipotetici John o Kelly che leggeranno il mio articolo e che hanno una necessità da risolvere o un desiderio da soddisfare.

Quando si parla di come aprire un blog e guadagnare, molti pensano che si debba inventare chissà quale trucco, sistema o strategia, per convincere le persone ad acquistare determinati prodotti o servizi.

In tutti questi anni ho notato ad esempio, che chi ha una forte propensione alla vendita, solitamente decide di aprire un blog di recensioni. In questo modo, pensa di riuscire a frenare o mascherare il suo reale intento.

Attenzione però, a meno che non siamo degli attori di Hollywood pluripremiati, sarà praticamente impossibile “ingannare” milioni di occhi critici presenti sul web. La soluzione migliore è come sempre la più semplice.

Se desideri intraprendere seriamente l’attività di blogger, potrebbe essere necessario un piccolo e semplice cambio di mentalità.

Il segreto dei blogger di cui ho parlato poco fa, è molto semplice: i loro articoli sono scritti con il cuore in mano! Prestano attenzione alle reali esigenze delle persone e offrono loro le migliori soluzioni, con un linguaggio semplice e chiaro.

Sono capacità che si perfezionano con il tempo. Non c’è nulla di male quindi a farsi aiutare all’inizio da copywriters professionisti, che con circa 15/20 euro possono scrivere articoli complessi al posto tuo.


Se si desidera creare un blog di successo, è fondamentale avvalersi di strumenti in grado di fare un’enorme differenza. Chiunque può essere o considerarsi il miglior carpentiere al mondo, ma senza betoniera non va da nessuna parte!

Se il desiderio di cambiare vita e quella della tua famiglia è intenso come penso, non permettere a niente e a nessuno di distrarti dalla lettura del prossimo paragrafo. Non ho scritto nemmeno una parola solo per il piacere di sentire le dita battere sui tasti.

I blogger di successo che probabilmente tanto ammiri, ti assicuro che sono diventati tali e in poco tempo perché possiedono una mappa che solo determinati strumenti possono fornire. Non si raggiungono certi risultati per caso, a tentativi o per fortuna.

Se sei pronto, iniziamo!

Come aprire un blog di successo

Indipendentemente dal fatto che tu abbia già in mente un’idea o stia semplicemente cercando semplici e pratici consigli per aprire un blog, il processo che sto per mostrarti è in grado di evitare i fallimenti più comuni e garantire un guadagno al tuo blog.

La principale difficoltà riscontrata inizialmente dagli aspiranti blogger è stabilire l’argomento principale del blog.

Apro una piccola parentesi. Ci sono tantissime persone che cercano “come aprire un blog di cucina” oppure “come creare un blog di moda” su tutti i principali motori di ricerca e social media. Ciò dimostra quanto quelle persone abbiano le idee confuse a riguardo.

Non esistono modi differenti di creare un blog in virtù della tipologia di settore in cui si desidera operare. E’ necessario non confondere il settore e quindi il miglior template wordpress che potresti utilizzare, con gli argomenti che deciderai di trattare nel blog.

La prima domanda a cui è necessario rispondere è molto semplice:
Che cosa ti piacerebbe scrivere?

E’ una decisione molto importante perché non significa solo definire la direzione, ma stabilire anche quali saranno le tue principali fonti di reddito. Può determinare il successo o il fallimento del tuo blog.

Secondo le statistiche più recenti, l’83% delle persone fallisce proprio perché non ha pianificato correttamente questi 2 aspetti.

Esempio pratico: i problemi più comuni e come risolverli

Supponiamo che tu voglia scrivere un articolo, o più in generale, dedicare l’intero blog ad una moda del momento nel settore “abbigliamento donna”.

PROBLEMA 1.
La maggioranza delle persone agisce spesso senza riflettere e si butta a capofitto nella scrittura dell’articolo. E’ entusiasta di aver trovato finalmente un argomento a cui è appassionata.

Se però prima non sono stati trovati i prodotti e/o i servizi da promuovere nel blog, sarà ovviamente impossibile guadagnare anche solo 1 euro!

PROBLEMA 2.
Allo stesso modo, scrivere un articolo costruendolo ad hoc attorno al prodotto o servizio che si desidera promuovere, può essere la ricetta perfetta del fallimento.

Prima di iniziare la stesura di un qualunque articolo, è fondamentale assicurarsi sempre che ci sia un pubblico ampio e interessato!

Soluzione Problema 1

Dal momento che quasi tutti coloro che vogliono creare un blog non possiedono prodotti propri, ho pensato di creare una breve lista di prodotti e servizi che potresti promuovere. In questo modo, spero di aiutarti ad accelerare la realizzazione del tuo blog.

Tutti i programmi di affiliazione che seguono, rispondono alle più comuni nonché numerose ricerche di prodotti e servizi degli utenti sul web. Da alcuni di loro potresti prendere anche ottimi spunti in merito a cosa scrivere nel blog.

PROGRAMMA AFFILIAZIONE RIVISTE NAZIONALI (LE 27 NICCHIE PIU’ RICERCATE)
PROGRAMMA AFFILIAZIONE BIRRE
PROGRAMMA AFFILIAZIONE DESIGUAL
PROGRAMMA AFFILIAZIONE ASSICURAZIONI
PROGRAMMA AFFILIAZIONE NOLEGGIO A LUNGO TERMINE
PROGRAMMA AFFILIAZIONE COMPARATORE DI PREZZI
PROGRAMMA AFFILIAZIONE ECOMMERCE
PROGRAMMA AFFILIAZIONE GRANDI MARCHE PREZZI OUTLET
PROGRAMMA AFFILIAZIONE CASE IN AFFITTO IN EUROPA
PROGRAMMA AFFILIAZIONE EDITOR DI FUNNEL (IL PIU’ UTILIZZATO AL MONDO)
PROGRAMMA AFFILIAZIONE AUTORESPONDER
PROGRAMMA AFFILIAZIONE CLICKMAGICK
PROGRAMMA AFFILIAZIONE TEMPLATE PER WORDPRESS
PROGRAMMA AFFILIAZIONE CORSI DIGITAL MARKETING
PROGRAMMA AFFILIAZIONE CORSI FORMAZIONE SOCIAL NETWORK
PROGRAMMA AFFILIAZIONE GUADAGNARE ONLINE
PROGRAMMA AFFILIAZIONE SEO

Iscriviti solo a quelli che promuovono prodotti e/o servizi coerenti con gli argomenti del tuo blog.

Soprattutto all’inizio, nessuno può permettersi di perdere credibilità. Quindi, se pensi di parlare di ricette, non dovresti mai proporre ai tuoi lettori prodotti e servizi riguardanti ad esempio i viaggi.

In altre parole, link, banner e qualsiasi altro riferimento a nicchie differenti dalla tua, non dovrebbero mai essere presenti. Infine, registrati al maggior numero possibile di programmi di affiliazione, allo scopo di ridurre il rischio di impresa e percepire compensi provenienti da molteplici fonti di reddito.

Dovrebbe essere sott’inteso, ma preferisco non lasciare nulla al caso:

I TUOI GUADAGNI NON DEVONO MAI E POI MAI DIPENDERE DALLA PROMOZIONE DI UN SOLO PRODOTTO O SERVIZIO!

Se desideri approfondire l’argomento, ti suggerisco di leggere anche l’articolo “5 Programmi di affiliazione ad alto reddito“. Può offrirti ottimi spunti e aiutarti a capire come percepire rendite mensili ricorrenti.

Soluzione Problema 2

A mio parere, non esiste nulla di più frustrante per un blogger scoprire dopo alcuni mesi che gli argomenti trattati nel suo blog, non interessano praticamente a nessuno. Tantomeno a Google!

Ebbene si, all’inizio della mia carriera ho provato anche quell’orribile esperienza e riprendermi da quella delusione è stato veramente molto difficile. Posso accettare di perdere denaro. E’ un rischio che deve imparare ad assumersi qualsiasi imprenditore sul pianeta Terra.

Non sopporto però perdere tempo, perché a differenza del denaro, non si può più recuperare. Quindi, tutti coloro che hanno ad esempio una famiglia, dei figli e/o un lavoro e quindi devono ottimizzare al meglio il poco tempo a disposizione, avranno più facilità a comprendere l’importanza dello strumento che sto per presentare: la mappa!

A mio parere, l’analogia perfetta di chi vuole aprire un blog, è il comandante di una nave che deve raggiungere un porto. Senza una mappa, le probabilità di perdersi e schiantarsi quindi contro gli scogli, si trasformano in certezze!

In mancanza di una mappa, non è possibile definire la rotta migliore, cioè la più breve, veloce e meno rischiosa. Non è inoltre possibile conoscere se e dove sono presenti forti correnti:

1. quali competitor è necessario evitare soprattutto all’inizio,
2. quali invece sono disponibili ad instaurare fin da subito una partnership che per te si rivelerà determinante!

L’alternativa alla mappa è solo una: abbandonare gli ormeggi e farsi trasportare dal vento. Se chiedessi a ciascun lettore: “Agiresti in questo modo?“, scommetto che risponderebbe: “Certo che no Max, le conseguenze sarebbero disastrose!

Eppure è ciò che la maggioranza degli aspiranti blogger sceglie di fare: improvvisa! Non dovrebbe quindi sorprendere il fatto che l’80% dei blog chiude entro 6 mesi e il restante 17% entro l’anno. Solo il 3% dei blog ha successo!

Basta dare un’occhiata alle parole chiave più digitate su Google: “aprire un blog gratis”, “aprire un blog gratis e guadagnare” per rendersi conto chi è predisposto al fallimento.
L’attività di blogging è un’attività imprenditoriale a tutti gli effetti e come tale ha bisogno di imprenditori.

L’imprenditore non spende mai denaro, investe!

Ciò che segue ti aiuterà a comprendere se hai la mentalità del blogger e quindi quanto desideri veramente vivere la vita alle tue condizioni.

Mal che vada, avrò avuto almeno il merito di farti risparmiare un sacco di soldi e tempo, aiutandoti a capire che l’attività di blogging non fa al caso tuo.

In realtà ci sarebbe un secondo ed ultimo ostacolo da superare. A mio avviso, scegliere di non investire negli strumenti necessari a questa attività, al di là del puro aspetto economico, significa ritenere che il mondo stia aspettando di leggere solo i nostri articoli.

Mi permetto solo di ricordare che il web può trasformarsi in un vero e proprio inferno per tutti coloro che non posseggono determinati requisiti fondamentali, come ad esempio l’umiltà. Ad ogni modo, detto questo, scopriamo cos’è …

Il concetto delle Parole Chiave e dei Topic

Per fare questo, è fondamentale avvalersi di un software SEO perché, che ci piaccia oppure no, non ci sono realmente altre alternative. Capiamoci, non ti sto dicendo che devi diventare un esperto SEO. Ti sto solo mostrando cosa fare per aprire un blog di successo.

In altre parole, ti sto aiutando a capire se la tua idea è giusta, cosa scrivere negli articoli e come guadagnare con un blog. Tutto ciò che riguarda le eventuali operazioni da adottare riguardanti la SEO, come ad esempio la salute del sito, potrai delegarle ad esperti di tua fiducia.

Ad ogni modo, sappi però che questo software può aiutarti anche e soprattutto in questo, indicandoti l’eventuale criticità da sistemare, perché e in quale modo. Di certo, saprai anche tu che i SEO Specialist non sono affatto economici, ma grazie all’assistenza clienti in italiano, sarai in grado di risparmiare un sacco di soldi.

Google dice tutta la VERITA’?

A differenza di ciò che molti credono, Google fornisce solo una minima parte delle parole chiave digitate dagli utenti ogni mese sul motore di ricerca. Non è un segreto, infatti è scritto chiaramente nelle sue linee guida e te lo dimostro subito.

Inseriamo nell’apposito strumento delle parole chiave di Google Ads, un qualsiasi termine che identifica una particolare nicchia, come ad esempio “outfit donna”. Facciamo la stessa cosa nella sezione “ANALISI KEYWORD – PANORAMICA” di SEMrush.
(In alto a destra puoi impostare la lingua in ITALIANO).


Risultati Google:

come aprire un blog - parole chiave Google

Risultati SEMrush:

come aprire un blog di successo - parole chiave SEMrush

Come vedi, Google mostra solo 788 idee per quella parola chiave. In realtà gli utenti digitano ogni mese sul motore di ricerca, ben 3.565 termini differenti (3.220 + 345). Chi è alle prime armi, potrebbe pensare che è una cosa da poco, ma non è affatto così.

Il blogger, all’inizio della sua carriera, ha assoluta necessità di conoscere proprio quelle parole chiave che tutti i motori di ricerca (compresi Bing e Yahoo) deliberatamente non mostrano. Mi riferisco a parole chiave con volumi di ricerca importanti e poco utilizzate, perché sconosciute alla maggioranza.

Utilizzare quelle parole chiave nei tuoi articoli rappresenta un vantaggio enorme! Creare un blog di successo in Italia, al giorno d’oggi, è ancora molto facile, grazie alla mentalità completamente sbagliata della maggioranza delle persone.

Pensano solo a non spendere denaro, ma non pongono attenzione al valore di tutto il tempo che sprecano ad andare a tentativi. In altre parole, non si rendono conto che ogni fallimento, seppur utile alla crescita di ognuno di noi, ha un costo!

Quindi, se non vuoi che il tuo blog venga letto solo dai tuoi vicini di casa ed essere costretto inoltre a spendere denaro per tutta la vita negli annunci a pagamento, è fondamentale essere in grado di costruire un pubblico ad hoc ampio e interessato per ciascun articolo!

Anche nel caso in cui decidessi di delegare la scrittura a copywriters professionisti, è molto importante fornire loro le parole chiave corrette. In questo modo, eviti di sprecare soldi per articoli inutili.

In realtà, lo scenario è di gran lunga migliore rispetto a quello che ho appena illustrato. Se avessi impostato i filtri in Google Ads nel modo corretto, selezionando quindi “Mostra idee strettamente collegate”, i risultati forniti da Google sarebbero stati solo 43!

risultati parziali Google

Ciò significa che di 788 parole chiave di Google, ben 745 c’entrano poco o nulla con la parola chiave inserita. Se ti stai chiedendo perché Google dovrebbe fare questo, ti rispondo subito ma velocemente, per evitare di distrarci dalle cose più importanti.

A Google interessa solamente che milioni di utenti spendano denaro ogni giorno negli annunci a pagamento. Per raggiungere questo obiettivo, non deve fare altro che fornire solo una minima parte delle parole chiave digitate dagli utenti.

Google inoltre, nasconde volutamente la stragrande maggioranza delle cosidette parole chiave “transazionali”, cioè quelle che evidenziano le intenzioni degli utenti. In questo modo, obbliga milioni di persone (aziende e privati) a spendere denaro ogni giorno negli annunci a pagamento.

E’ risaputo che prima di riuscire a costruire un pubblico ampio e interessato a un qualunque argomento o a qualsiasi prodotto e servizio mediante l’utilizzo delle parole chiave “generiche”, sono necessari continui e consistenti investimenti.

Sostanzialmente le parole chiave “transazionali” si differenziano dalle cosidette “generiche”, perché permettono di ottenere altissime conversioni con un investimento irrisorio. Esempio di parola chiave generica: “outfit donna”. Parole chiave transazionali: “acquisto outfit donna”, oppure “dove comprare outfit donna”.

Spero di essere riuscito a trasmetterti l’importanza di avvalersi degli strumenti giusti. Adesso scopriamo come ricercare le parole chiave che identificano il tuo potenziale pubblico, mediante la tecnica che ho chiamato …

La Tecnica del Cecchino

Tutto inizia dalla ricerca di una parola chiave. Questa tecnica consiste in pratica di creare, per ciascun articolo, il tuo potenziale pubblico di almeno 2.000, 3.000 o 5.000 persone al mese, in virtù delle parole chiave selezionate.

Supponiamo che tu voglia diventare una fashion blogger di successo. Dobbiamo trovare le parole chiave migliori da utilizzare nei tuoi primi articoli. Se questa ricerca è fatta bene, la tua notorietà crescerà a vista d’occhio!

Riprendendo quindi l’esempio precedente, proviamo ad inserire nella sezione “ANALISI KEYWORD – PANORAMICA“, la parola chiave “outfit donna”, cioè quella che potrebbe rappresentare il pubblico interessato a leggere l’articolo che stai pensando di scrivere.

Infine, clicchiamo sul pulsante VISUALIZZA REPORT COMPLETO.

Aprire blog di moda - ricerca parole chiave

Siamo passati alla sezione KEYWORD MAGIC TOOL. Ora clicchiamo su CERCA per creare una lista di parole chiave che selezioneremo di volta in volta:

creare lista keywords blog di moda

Impostiamo il filtro PER VOLUME perché a noi interessano ovviamente le parole chiave con il volume di ricerca maggiore. Adesso, non dobbiamo fare altro che creare una lista di parole chiave coerenti con l’articolo che hai in mente di scrivere.

Per fare questo è sufficiente cliccare l’apposita icona, presente alla destra della parola chiave, come mostrato qui sotto:

selezione parole chiave blog di moda

L’icona correttamente selezionata diventa verde e aggiunge la corrispondente parola chiave allo strumento di analisi successivo: KEYWORD ANALYZER.

Dopo aver terminato la selezione di tutte le parole chiave di tuo interesse, clicchiamo il pulsante grigio mostrato in figura:

analisi keywords blog di moda

Adesso, è giunto il momento di scegliere le migliori parole chiave da utilizzare nei tuoi primi articoli. Clicchiamo il pulsante AGGIORNA METRICHE ed ordiniamo la colonna KD in ordine decrescente.

KD è l’acronimo di “Keyword Difficulty”, cioè la difficoltà a posizionare una specifica parola chiave nelle prime 2 pagine di Google. E’ sinonimo di competitività, quindi un valore pari a 100 significa massima difficoltà.

Naturalmente, un valore “n/a” associato ad un volume di ricerca mensile attorno alle 50/100 unità, rappresenta la cosiddetta “pepita d’oro”.

In altre parole, significa aver trovato uno o più termini piuttosto ricercati, con i quali è molto facile posizionare il tuo articolo nella prima pagina di Google. Sia che tu decida di aprire un blog personale o di nicchia, troverai sempre quelle che fanno al caso tuo.

All’inizio della tua attività di blogger, ti suggerisco di lasciar perdere le parole chiave aventi KD maggiori di 80. Dopo averle quindi eliminate dalla lista, passiamo allo strumento TOPIC RESEARCH.

Inseriamo nuovamente la parola chiave che stiamo analizzando e clicchiamo il pulsante GET CONTENT IDEAS:

ricerca argomenti blog di moda

Dopo qualche secondo di caricamento, il software mostra gli argomenti correlati più ricercati. In questo caso scopriamo ad esempio che l’argomento “Outfit Casual” è tra quelli con il maggior numero di ricerche mensili.

Quindi, non dobbiamo fare altro che tornare alla sezione ANALISI KEYWORD – PANORAMICA e ripetere il processo mostrato in precedenza con quella parola chiave.

A dimostrazione della straordinarietà di questa tecnica, desidero mostrarti ciò che ho trovato, dopo aver selezionato la sotto categoria “donna”:

argomento donna blog di moda

Volume totale di ricerche mensili: 250 (da aggiungere alle precedenti). KD = 0.82%!! Giunti a questo punto, non dovresti più stupirti di come i blogger da cui stai probabilmente prendendo ispirazione, siano riusciti in poco tempo ad ottenere certi risultati.

Puoi farlo anche tu. Puoi fare addirittura meglio se ragioni come imprenditore e sei in grado quindi di valutare correttamente il tempo e il denaro che certi strumenti consentono rispettivamente di risparmiare e guadagnare. Mi sembra di avertelo appena dimostrato.

Fatto questo, ti garantisco che hai realizzato già l’80% del blog, oltre ad aver evitato di commettere gli errori più comuni che determinano il 97% dei fallimenti.


Dopo, prosegui nella guida leggendo l’articolo “Guadagnare con un blog“.
Ci vediamo dall’altra parte!

Come valuti questo articolo?
[Total: 7 Average: 5]
Condividi questo articolo:

4 Commenti

  1. Concordo con Gianni. Prima di leggere questa guida ero dell’idea di scrivere un blog in merito a tutto ciò che riguarda la bellezza. Solo adesso mi rendo conto quanto sia importante prima scoprire gli argomenti a cui le persone sono effettivamente interessate, quindi le parole chiave da utilizzare e i topic più ricercati. Senza questa guida, anch’io mi sarei avventurata in questo mondo, completamente alla cieca. Il software è incredibile!

  2. Guida spettacolare!! Finalmente qualcuno che mi ha spiegato in modo semplice le cose come stanno! Nessuno si è mai preoccupato di mostrarmi veramente come creare una corretta strategia. Se non fosse stato per te, starei sicuramente già scrivendo articoli inutili, che non mi avrebbero portato da nessuna parte. Grazie di cuore!

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui