Come guadagnare con YouTube

Come guadagnare con YouTube?
Quanto si guadagna con YouTube?
Quanto paga YouTube?
Quanto guadagna uno YouTuber?

Queste, sono solo alcune delle domande a cui tenteremo di dare una risposta in questo articolo.

Fare soldi con YouTube non è poi così complicato come può sembrare. Non sono pochi infatti i casi di successo, anche inaspettati, di semplici appassionati che hanno pubblicato i loro video su YouTube e guadagnato migliaia di euro in pochissimo tempo.

Pochi sanno che YouTube, essendo il secondo social network più grande al mondo (dopo Facebook), con 1 miliardo e 900 milioni di utenti mensili e oltre 1 miliardo di ore di video visualizzate ogni singolo giorno (che è più di Facebook e Netflix messi insieme), è anche la piattaforma che ha creato più milionari al mondo.

Ciò rende YouTube una delle piattaforme più potenti per fare soldi online, mediante la creazione di video divertenti, informativi e coinvolgenti. In pochi si rendono effettivamente conto delle straordinarie opportunità che offre YouTube e questo trend è destinato addirittura ad esplodere.

Coloro che pensano di aver già assistito all’ascesa di YouTube, si dovranno ricredere molto presto, perché in un futuro molto prossimo, i video saranno l’unico mezzo di condivisione e trasmissione efficace delle informazioni.

E’ pensiero comune ritenere che per essere in grado di guadagnare con YouTube sia necessario possedere particolari requisiti o abilità speciali. In realtà invece, se diamo un’occhiata alla classifica dei top 50 YouTubers italiani, troviamo canali gestiti da persone, spesso anche molto giovani, che condividono semplicemente le loro passioni.

YouTube non è più un business riservato a pochi come era in passato.

Basti pensare agli smartphone attualmente in commercio, che permettono a chiunque di realizzare video di ottima qualità, inserire bellissimi effetti speciali, musiche coinvolgenti, emoctions e postarli sul proprio social network preferito con un solo click.

Scopriamo quindi i 5 modi in cui è possibile guadagnare con YouTube e riveliamo alcuni trucchi nonché utili consigli per monetizzare il proprio canale piuttosto velocemente.

Guadagnare con YouTube #1: AdSense

AdSense è sicuramente il più conosciuto ed anche il più immediato.

E’ sufficiente infatti effettuare la Login al proprio account, selezionare la voce Impostazioni presente nel menù a tendina in alto a destra, cliccare poi il link Vedi le altre funzioni presente nella sezione Il tuo account e cliccare infine il pulsante Attiva all’interno del box Monetizzazione.

come guadagnare con youtube - step 2

In questo modo si partecipa al Programma Partnership di YouTube ed è possibile quindi iniziare a guadagnare con YouTube. In pratica, diventare partner di YouTube, significa ricevere una parte dei profitti derivanti dagli annunci inviati da Google che appaiono sui nostri video.

I requisiti minimi sono i seguenti:
1. Avere più di 4000 ore di visualizzazione pubbliche negli ultimi 12 mesi.
2. Avere più di 1000 iscritti.

Coloro che non possiedono al momento tali requisiti, non devono fare altro che continuare a pubblicare i loro video e, non appena soddisfatte le richieste di YouTube, tutti i video del canale cominceranno ad ospitare automaticamente gli annunci di Google.

Questo metodo di monetizzazione è sicuramente il più facile, ma è anche quello che genera le entrate minori perché ovviamente all’inizio si possiedono pochi o nessun iscritto. Stiamo infatti parlando di guadagnare circa 1€ ogni mille visualizzazioni che riusciamo a generare nell’arco del mese.

Naturalmente questi numeri possono variare a seconda della tipologia del canale, del settore in cui decidiamo di operare, di quanti e quali Brand sono disposti ad inserire annunci sui nostri video e numerosi altri fattori, quindi, per essere in grado di guadagnare un reddito mensile di 1.500€ attraverso AdSense, i nostri video devono generare complessivamente 1 milione e mezzo di visualizzazioni al mese.

Ovviamente non è un obiettivo raggiungibile nel breve termine, perciò scopriamo subito gli altri 4 metodi per guadagnare con YouTube.

Guadagnare con YouTube #2: Piattaforme di Crowdfunding

Mediante l’utilizzo di piattaforme di crowdfunding, puoi ricevere ogni mese e in modalità completamente automatica, piccole o grandi somme di denaro dai tuoi fan o followers più fedeli.

Spesso gli YouTubers emergenti sottovalutano quest’aspetto, considerandolo erroneamente come una forma di elemosina.

La realtà invece è ben diversa

Consentire agli iscritti di versare ad esempio ogni mese 5 o 10 euro, permette allo YouTuber di non attivare la monetizzazione dei propri video e quindi di coinvolgere maggiormente gli utenti perché non sono continuamente disturbati dagli annunci, ma soprattutto, è possibile dimostrare che i contenuti esposti non sono influenzati in alcun modo dalla promozione forzata di questo o quel Brand e quindi rappresentano il frutto di una ricerca dettagliata o esperienza diretta.

Quest’ultimo, è senza dubbio uno degli aspetti più ricercati e apprezzati dagli internauti, perché la maggioranza è ormai abituata a pensare istintivamente:

Che cosa mi vuole vendere?
Dov’è la fregatura?”,

ma se il tuo canale è finanziato esclusivamente dai versamenti effettuati ogni mese dagli iscritti, e soprattutto, non perdi occasione di ricordarlo in ogni tuo video, gli utenti hanno la garanzia che le informazioni condivise sono sincere e realizzate nel loro esclusivo interesse.

Chi di noi non sarebbe disposto a versare una cifra irrisoria, come ad esempio 10 o 20€ al mese, per ricevere direttamente nella propria casella di posta elettronica, il link di accesso ad un video privato che esponga realmente i fatti e le potenziali opportunità in merito ad un argomento a cui siamo molto interessati?

Dopo aver creato quindi un account su una delle tante piattaforme di crowdfunding, è possibile decidere la tipologia di regali o premi da riconoscere a coloro che decideranno di finanziare il canale YouTube.

Potresti ad esempio offrire la possibilità di partecipare al backstage, accedere a contenuti speciali, ma anche realizzare video creati appositamente per queste persone, quindi siamo noi a decidere come ringraziare tutti coloro che dimostrano di apprezzare i nostri contenuti.

Guadagnare con YouTube #3: Ottenere la sponsorizzazione di uno o più Brand

La nicchia in cui decidiamo di operare come YouTuber determina inevitabilmente la tipologia di Brand potenzialmente interessata a sponsorizzare il nostro canale.

Chi è ad esempio appassionata di moda, non perderà sicuramente occasione di acquistare, non appena possibile, l’articolo facente parte di quella nuova collezione, quindi in qualità di YouTuber emergente potrebbe decidere di realizzare appositamente un video, esaltando le qualità di quel capo o accessorio.

Condividere la propria sincera opinione in merito all’articolo appena acquistato, mostrandolo in video ed eventualmente menzionando il Brand, potrebbe essere più che sufficiente per ricevere una proposta di collaborazione.

Del resto, la quasi totalità degli YouTubers di maggior successo in questo settore, ha iniziato proprio così. Il Brand potrebbe decidere inizialmente di farti recapitare gratuitamente presso il tuo domicilio alcuni capi e/o accessori a tua scelta, ma successivamente anche sovvenzionare il tuo canale YouTube.

Ovviamente il numero di iscritti al canale e quindi di followers attivi, è determinante al raggiungimento della sponsorizzazione.

Se però consideriamo che l’impegno a trasformare una propria passione in un’attività lavorativa non è nemmeno lontanamente paragonabile a tutto ciò che devono subire milioni di persone che ogni giorno sono costrette a recarsi sul posto di lavoro, la possibilità di ricevere gratuitamente i migliori capi del nostro Brand preferito, rappresenta solo la ciliegina sulla torta.

Un altro tipo di collaborazione molto diffuso, adottato spesso dai canali YouTube nel settore high-tech, in alternativa al cosiddetto product placement, cioè senza dover quindi mostrare il prodotto nel video, è rappresentato dalla possibilità del titolare del canale di menzionare un Brand o un determinato prodotto all’interno di un video che affronta una tematica completamente differente.

Ad esempio, a metà circa di un video che recensisce una videocamera, l’autore ringrazia l’agenzia viaggi XYZ per aver consentito la realizzazione di quel video e menziona le offerte last minute presenti in quel momento sul sito dello sponsor.

In pratica lo YouTuber, realizzando un semplice spot della durata di 10/15 o 30 secondi, riceve una importante sovvenzione in virtù del fatto che gli iscritti al suo canale sono piuttosto numerosi, di conseguenza lo sponsor paga per ottenere una grande visibilità.

Guadagnare con YouTube #4: Utilizzare le affiliazioni

E’ sicuramente il miglior metodo per iniziare a guadagnare con YouTube perché permette di ricevere una tantum oppure tutti i mesi, una provvigione derivante dalla vendita di un qualsiasi prodotto o servizio.

In pratica consiste nell’inserire nella descrizione di un video, un link “speciale” denominato link di affiliazione.

Al click di questo link si viene indirizzati ad una pagina web dove sono presenti uno o più prodotti e servizi, e se l’utente effettua un acquisto entro i successivi 30 giorni, tu ricevi una provvigione calcolata sul valore di vendita, che può variare tra un 5/10% (vedi Amazon e Ebay) fino ad un massimo di 70/80% (nel caso di acquisto di infoprodotti come ad esempio, corsi online e ebook).

Per poter verificare l’effettiva presenza di un Programma di Affiliazione e richiedere quindi il proprio link di affiliazione, è sufficiente collegarsi al sito web che si desidera promuovere, cercare la sezione “Affiliato” oppure “Diventa partner” o ancora, “Programma di Affiliazione”, spesso presente nel footer della home page, e registrarsi infine mediante la compilazione dell’apposito form.

Alcuni Programmi di affiliazione richiedono l’approvazione manuale da parte dell’ufficio competente che solitamente avviene in un paio di giorni, altri invece sono immediati e consentono quindi di accedere istantaneamente al pannello di controllo principale o dashboard e scoprire il proprio link di affiliazione.

Il link di affiliazione è ovviamente univoco, cioè ogni affiliato possiede il suo e non deve essere modificato in alcun modo perché in caso contrario, non sarà in grado di tracciare gli eventuali acquisti effettuati dagli utenti e di conseguenza l’affiliato non sarà ricompensato.

Guadagnare con YouTube #5: Pubblicazione di video liberi dal diritto d’autore

Questo è sicuramente uno dei metodi per guadagnare con YouTube che permette di guadagnare cifre decisamente importanti mediante l’applicazione di tutti e 4 i metodi precedentemente elencati, ma anche uno dei meno conosciuti.

Presuppone però una conoscenza piuttosto approfondita della legge in questione al fine di evitare la violazione del diritto d’autore e incorrere in pensanti sanzioni amministrative e pecuniarie.

E’ possibile scaricare dal web, modificare e pubblicare su YouTube, video realizzati da altre persone, che hanno acconsentito di rinunciare al diritto d’autore.

YouTube stesso dispone di un’apposita sezione presente nella sezione filtri.

come guadagnare con youtube - step 3

Inserendo infatti una qualsiasi parola chiave nella barra di ricerca di YouTube, cliccando la voce Filtra e successivamente Creative Commons, è possibile ricercare i video realizzati da coloro che hanno deciso di rinunciare al diritto d’autore nella nicchia selezionata.

Quindi, le opere che creano un nuovo significato dal materiale originale possono essere considerate Fair use, cioè la dottrina legale che sancisce l’utilizzo del materiale protetto da copyright in determinate circostanze, senza necessità di autorizzazioni da parte del proprietario del copyright.

Ciascun Paese ha regole differenti, ad esempio, negli Stati Uniti, le opere di commento, critica, ricerca, insegnamento o giornalismo possono essere considerate Fair use. In altri Paesi vige un concetto simile, chiamato fair dealing che funziona diversamente.

Sarai sicuramente sorpreso dal fatto che YouTube desidera tutelare così tanto gli utenti che vogliono avvalersi del Fair use, al punto di aver istituito un apposito fondo che copre le spese legali fino ad 1 milione di dollari agli autori di video che, pur rispettando il Fair use, hanno ricevuto avvisi di rimozione per violazione del copyright.

Ad ogni modo, è sempre meglio consultare un esperto in materia legale prima di caricare i video contenenti materiale protetto da copyright, ma questo è sicuramente uno dei metodi migliori per guadagnare con YouTube perché consente di dedicare solo qualche ora alla modifica di video che hanno già dimostrato di essere particolarmente coinvolgente e virali.

Il ROI potenzialmente realizzabile è inestimabile.

Come valuti questo articolo?
[Total: 4 Average: 5]
Condividi questo articolo:

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui